Archi.Doc


TINY MOVIE THEATRE AT THE GHETTO
14:58 minuti – (Renato Oliveira, Brasile, 2021)

Bhega, nata e cresciuta sulla spiaggia di Ramos, ha un progetto chiamato Tiny Movie Theater at the Ghetto. Cammina per i vicoli del Complexo da Maré, Rio de Janeiro, mostrando cartoni animati per i bambini della favela, molti dei quali non hanno mai avuto la possibilità di andare in un vero cinema.

YOU CAN’T AUTOMATE ME
20:58 minuti – (Katarina Jazbec, Olanda, 2021)

Prima che le navi portacontainer lascino il porto, i lashers assicurano i container usando barre di metallo pesante. Sono gli ultimi lavoratori portuali a svolgere lavori così pericolosi circondati da veicoli a guida autonoma e gru telecomandate.

THE STILL SOUND
4:12 – (Camilla Ferrari, Alberto Gambato, Italia, 2020)

“The Still Sound” ricostruisce una città italiana reale, immaginaria e talvolta anche malinconica chiamata Rovigo.

WAITING FOR JEAN PAUL
8:16 minuti – (Pater/Son, Francia, 2020)

Il castello di Rocafort fu costruito nel cuore delle Alpi francesi nel 1090 e andò distrutto nel 1305. Per sette secoli nessuno se ne occupò, e le rovine dell’edificio furono alla fine sepolte e dimenticate.

SILENT SYMPHONY
25:07 minuti – (Aitor Gametxo, Polonia, 2017)

Wroclaw, in Polonia, città dei confini che cambiano, è ora, come tutte le città, teatro di rumori e melodie di cui le persone sorde non sono consapevoli. Tuttavia, i movimenti che fanno con le mani, il petto e il viso si fondono ogni giorno con questi ritmi urbani che abbiamo il privilegio di assistere.

NEXT SUNDAY
17:54 minuti – (Marta Bogdanska, Polonia, 2019)

Il film esplora un potenziale non realizzato della Rachid Karame International Fair per i residenti locali di Tripoli, in Libano. Localmente chiamato Maarad (mostra) è stato progettato dal famoso architetto brasiliano Oscar Niemeyer negli anni ’60.

LA LOZA MULTI-PURPOSE BUILDING
4:26 (Javier Callejas, Alonso Sosa, Spagna, 2021)

Il vecchio capannone industriale che c’era aveva l’aspetto di tanti altri capannoni degli anni ’60, con struttura in cemento e infissi in legno.
Strutturalmente aveva il vantaggio di essere molto regolare nella disposizione dei suoi pilastri in una griglia di otto per cinque. Di conseguenza, quando furono rimosse le partizioni e le addizioni multiple, ciò che emerse fu una struttura ipostila quasi perfetta che fu preservato un nuovo punto Zero; uno spazio ordinato e indeterminato.

ARCHITECTURE ON THE EDGE: NISHIZAWA HOUSE
12:00 minuti – (Mario Novas, Kate Kliwadenko, Cile, 2021)

Invece di scomparire e conformarsi al territorio circostante, le opere dell’architettura cilena sono fortemente antropiche, ruvide, cosmiche e oceaniche. Questi design mozzafiato sono costruiti su coperte di sale nel deserto, ai margini degli oceani, cullati tra le montagne e aggrappati a una terra soggetta a terremoti.

PETER DALER
19:43 minuti (Davide Rapp, Italia, 2019)

L’architetto tedesco Axel Müller-Schöll ama disegnare a mano. Una passione nata all’inizio degli anni ’80 come studente di architettura a Stoccarda, alimentata dalle lezioni di Adolfo Natalini a Firenze e portata avanti nel lavoro quotidiano di designer e insegnante.

FIVE MURALES
11:29 – (Roberto Padilla Sobrado, Messina, 2019)

Documentario animato che presenta il processo di creazione di 5 murales, dipinti da studenti di un’università pubblica messicana, con un punto di vista particolare.

DE LENTLOPER
5:45 minuti – (Martijn Schinkel, Olanda, 2019)

Il regista Martijn Schinkel ritrae “De Lentloper” un piccolo ponte moderno a Nijmegen (NL). Questo cortometraggio poetico e sperimentale mostra il rapporto tra un nuovo ponte, i suoi abitanti.

PUPUS
33:00 minuti – (Miriam Cossu Sparagano Ferraye, Italia, 2021)

Borgo Vecchio, Palermo: siamo nel grande universo dell’Opera dei Pupi della tradizione siciliana, siamo nel piccolo teatro-laboratorio della famiglia Mancuso. Carmelo, figlio di un maestro burattinaio, vive in questo luogo ricco di fantasia e immaginazione.

Archi.Animation

REGENERATION
1:57 minuti – (Cameron Carr, Regno Unito, 2019)

Un futuro distopico a Londra; un paesaggio orribile in cui agli edifici crescono braccia, gambe e un occhio attento allo sviluppo; a scapito dell’umanità, dell’ambiente e degli edifici storici.

NI VU NI CONNU
7:47 minuti – (Léon Moh-Cah, Regno Unito, 2020)

Come conseguenza di un piccolo incidente, un effetto farfalla rivela la vita non così segreta di un edificio che potrebbe trovarsi di fronte al tuo. Ni vu ni connu cattura il senso dei racconti incontrollabili della vita quotidiana, utilizzando storie multistrato in un effetto farfalla come dispositivo narrativo.

AURORA LEGEND
10:00 minuti – (Radhi Meron, Brasile, 2021)

Se le strade potessero parlare, cosa direbbero?
Aurora è una strada triste e solitaria di una grande città. In un giorno di pioggia, ricorda la sua traiettoria e sogna il futuro chiedendosi: è possibile che una strada muoia?

UN VIAGGIO IN LASER SCANNER
3:12 minuti – (Francesco Minervini, Italia, 2021)

Un viaggio nelle cento camerelle di Bacoli. Un percorso tra storia e nuove tecnologie.

Recent Posts

    Recent Comments

    Nessun commento da mostrare.
    Festival

    Afragola Film Festival

    Curabitur nec justo sit amet urna convallis viverra. Phasellus auctor id lectus vel tincidunt. Phasellus sed lorem id diam venenatis ullamcorper. Curabitur iaculis risus vitae magna eleifend, at auctor dolor ultricies. Sed rhoncus aliquam turpis, a hendrerit arcu.

    Ultimi articoli
    Sponsor

    Film & TV Shows
    Commenti recenti
      Afragola Film Festival

      Premi Invio per iniziare la ricerca o premi ESC per chiudere

      By signing in, you agree to our terms and conditions and our privacy policy.

      Non sono consentite nuove iscrizioni.

      Torna SU
      IT